Subscribe via RSS Feed Connettetevi su Instagram Connettetevi con Pinterest Connettetevi con Google Plus Le nostre immagini con Flickr Unisciti al nostro gruppo con Flickr Cerca su LinkedIn Unisciti al nostro LinkedIn Group Connettetevi su YouTube

10 Luglio 2016 XV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO /C Luca 10, 25-37 “Un dottore della legge si alzò per mettere alla prova Gesù…Gli disse: Chi è il mio prossimo?……..

Archiviato in Senza categoria da il giorno 9 Luglio 2016 0 Commenti • views: 1464

luca 10 25 37

10 Luglio 2016

XV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO /C

Luca 10, 25-37

“Un dottore della legge si alzò per mettere alla prova Gesù...Gli disse: Chi è il mio prossimo?

Gesù rispose: Un uomo scendeva da Gerusalemme a Gerico e incappò nei briganti che lo spogliarono, lo percossero e poi se ne andarono lasciandolo mezzo morto. Per caso scendeva per quella medesima strada un sacerdote il quale, quando lo vide passò oltre dall’altra parte. Anche un levita, giunto in quel luogo lo vide e passò oltre.

Invece un samaritano, che era in viaggio, passandogli accanto lo vide e ne ebbe compassione. Gli si fece vicino, gli fasciò le ferite, versandogli olio e vino; poi caricatolo sopra il suo giumento, lo portò in una locanda e si prese cura di lui. Il giorno seguente, estrasse due denari e li diede all’albergatore, dicendo: Abbi cura di lui e ciò che spenderai in più, te lo rifonderò al mio ritorno.

Chi di questi tre, ti sembra sia stato il prossimo di colui che è incappato nei briganti?

Quegli rispose: Chi ha avuto compassione di lui. Gesù gli disse: Va’ e fa’ anche tu lo stesso!” (dal Vangelo)

 

La prima lettura di questa domenica (Deuteronomio30,10-14) è il miglior commento al brano del Vangelo proposto dalla liturgia.

La legge che il Signore scrisse sulla roccia era già scritta nel cuore dell’uomo: “Questa parola è molto vicina a te, è nella tua bocca e nel tuo cuore”.

Dio volle scriverla col suo dito con caratteri indelebili, allorchè si avvide che gli uomini non sapevano leggerla nel proprio cuore.

Al tempo di Mosè, al tempo di Gesù e oggi, gli uomini fingono di non conoscere qual è la legge di Dio, pensando che sia” nel cielo” o “ al di là dal mare”, come scrive l’autore del Dt., si tratta di un oggetto molto vicino a noi, non hai che da stendere la mano, anzi, è dentro di te è nel tuo cuore.

I Comandamenti fondamentali (che poi si riducono a uno solo, quello dell’amore) sono impastati  con la natura umana al punto che l’uomo, senza quei comandamenti, non è più uomo nel senso pieno del termine, Unamorale è peggiore dell’immorale. Il primo si colloca fuori della categoria umana pur conservando lo stesso D.N.A. Spirituale che, neppure Satana può distruggere.

Chi vive l’amore vive davvero. Chi non ama è morto, e chi odia è un omicida!

Il dottore della legge, conosceva a memoria la legge scritta, ma teneva offuscata quella scritta nel cuore; bastò un tocco del maestro, e la macchina interiore ricominciò a funzionare.

Luca, medico ma anche psicologo, comprende che il dottore della legge sta in difficoltà per aver fatto una domanda inutile a Gesù, e solo “ volendo giustificarsi, rivolge una seconda domanda anch’essa scontata: “ Chi è il mio prossimo?”

Gesù non risponde, ma lascia ancora una volta la risposta a lui, dopo avergli raccontato l’episodio del buon samaritano: “ Chi di questi tre ti sembra sia stato il prossimo di colui che è incappato nei briganti?

Gesù lo invita a riflettere, perchè la verità era iscritta nel suo cuore. Ogni uomo, infatti, avrebbe risposto come lui.

“Vai”! L’amore consiste nel muoversi, “Vai” scuotendosi dalla pigrizia.

Ormai hai capito bene la lezione. “Vai, e Fa’ anche tu lo stesso”! “ Vai”, e rifletti!

Gli disse” Va’” quando dimostrò di  aver capito che l’amore è la sintesi di tutta la legge.

“ Fa questo e vivrai”! Chi ama vive e vive in eterno…

Un verbo : AMA; Una totalità: TUTTO!

BUONA DOMENICA

don luigi corsi

donluigi2514@gmail.com

338 384 95 02

 

Riguardo l'Autore dell'articolo ()

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.